La Scuola di Chiappera, sogni e ricette dalla Val Maira

La scuola di Chiappera_Posate Spaiate

La Val Maira è grande e lunga, se ci arrivi quasi al fondo troverai una borgata fatta di legno e pietra, il cielo blu e le coccole della Scuola di Chiappera: un rifugio per far riposare la mente ed esaltare il palato.

Abbiamo trascorso qui gli ultimi giorni delle vacanze di Natale, abbiamo scelto questo posto perché sapevamo che ci avrebbe costretti a staccare dalla routine, dalla città, dagli impegni. Sapevo che avremmo trovato bellezza, calore, sapori e una storia bellissima: quella della Scuola e delle persone che la hanno recuperata e che qui hanno realizzato un sogno.

La scuola di Chiappera_Posate Spaiate

La storia: sogni e magie in Val Maira

Pierpaolo è un esteta: cerca la bellezza, se ne circonda e la racconta. Ha sempre amato cucinare, e lo ha sempre fatto curando i dettagli, studiando la tradizione e provando ad unirla con l’innovazione. Nella sua prima vita Pierpaolo era dipendente di una grande azienda, ma nel suo cuore ha sempre avuto uno spazio in cui custodiva un sogno: quello di poter trasformare la sua passione per la cucina in un lavoro.

Stefano è appassionato di edilizia e recuperi abitativi in montagna. Ha un passato, che è ancora un po’ presente, nel commercio zootecnico. Ama e conosce la Val Maira come le sue tasche e da sempre avrebbe voluto sviluppare una soluzione di ospitalità in questa valle, dove molti anni fa aveva cominciato ad investire recuperando una grande e bellissima baita, proprio a Chiappera.

Nel 2006 la Scuola di Chiappera è stata messa in vendita all’asta e dopo un paio di via vai è finita nelle mani dell’illuminato avvocato Pellegrino che voleva ridare alla struttura il ruolo che le era proprio: quello di luogo di dove potersi ritrovare, stare insieme, offrendo ristoro ed educazione. Per realizzare il progetto avrebbe però avuto bisogno di aiuto, sia per la ristrutturazione sia per la gestione della struttura.

Stefano e Pierpaolo hanno visto in questa idea l’opportunità di realizzare i loro sogni e ci sono riusciti. Si sono buttati a capofitto nel progetto, seguendo passo passo i lavori di ristrutturazione, studiata dei minimi dettagli per donare alla struttura fascino montano e una atmosfera accogliente. Le parole chiave sono state recupero e valorizzazione: i vecchi travi di legno sono diventati comodini e tavolini, la vecchia scala appendiabiti.

Oltre al nucleo centrale man mano sono state aggiunte altre stanze disseminate nelle più belle baite della borgata, tutte ristrutturate con la stessa cura, tutte ricche di fascino dentro le quali ci si sente davvero come dentro un nido.

La scuola di Chiappera_Posate Spaiate

Decidere di cambiare vita non è stato facile, sconfiggere la paura del salto nel vuoto neanche. Ma alla fine ho scelto di farlo, a 50 anni, e ho capito che, davvero, non è mai troppo tardi per reinventarsi se alla base ci sono le passioni in cui crediamo da sempre”, ecco la magia, direttamente dalle parole di Pierpaolo.

Accoglienza, ricerca di prodotti locali e sport in Val Maira

Questa è la storia dell’inizio, ora c’è un presente fatto di accoglienza, di eventi e ricerca di materie prime del territorio per far conoscere la bellezza di questa valle anche attraverso i suoi sapori e le antiche tradizioni.

La toma nostrale e Il Seirass, tipica ricotta locale, arrivano dal caseificio Lousarvanot, le castagne da Garessio, gli affettati dal laboratorio artigianale di Dronero. Il pane dalla società agricola Il Papavero Rosso di Confreria che lavora con filiera bio chiusa: coltivazione cereali, macinatura e produzione. Il castelmagno dall’azienda La Meiro che offre anche ospitalità nella terra del prestigioso presidio Slow Food. Il burro è quello di Celle Magra.

Dall’azienda agricola Lo Pui a San Damiano Macra vengono acquistati i formaggi di capra: una piccola realtà guidata da una dottoressa e un ingegnere che si son convertiti all’allenamento insieme ai loro 5 figli. Offrono anche camere per soggiorni e degustazioni con lo stile del vero agriturismo.

La primavera sarà il periodo migliore per organizzare un giro per produttori locali e alla Scuola saranno felici di aiutarvi nell’organizzazione.

Chiappera è la base perfetta per praticare sci di fondo, sci alpinismo, passeggiare con le ciaspole. Innumerevoli e di tutti i livelli sono gli itinerari che partono dal fondo valle e dai paesi e borghi vicini.

Gli spazi della Scuola di Chiappera consentono l’organizzazione di corsi (di cucina, yoga, meditazione) o eventi, ritiri e convention (quello che in inglese si chiama retreat).

La scuola di Chiappera_Posate Spaiate

Le ricette della Val Maira (con i segreti di Pierpaolo)

Oltre ai clienti italiani la Scuola sta diventando un punto di riferimento per gli americani, francesi o tedeschi che amano le nostre valli, le nostre tradizioni e i nostri sapori. E visto che i sapori qui sono così importanti non potevo andare via senza farmi regalare due preziose ricette dei piatti assaggiati durante il nostro soggiorno: Le crespelle con farina di castagne “garessine” ripiene di di seirass e toma nostrale La torta pere e cioccolato con le martin sec al vino rosso e spezie.

Crespelle con farina di castagne_Posate Spaiate

Torta pere e cioccolato_Posate-Spaiate

 

Questo slideshow richiede JavaScript.


Note e suggerimenti

La Scuola di Chiappera di trova in Borgata Chiappera 78 – 12021 Acceglio (CN) – Tel. +39 334 7670616 – info@lascuoladichiappera.com

Mentre tornate a casa potrete fare un sosta alla Gentil Locanda a Marmora per mangiare le tipiche ravioles, i gnocchi fatti con i tomini del Mel che sono una istituzione in val Varaita ma presenti anche in val Maira dove però non hanno il formaggio nell’impasto o se lo hanno si tratta di toma locale.

Una alternativa è l’osteria del Sorriso che si trova a Villar San Costanzo, una frazione di Dronero, dove verrete accolti davvero con il sorriso per poi gustare cucina tipica piemontese e della valle (ottime acciughe al verde!).

2 thoughts on “La Scuola di Chiappera, sogni e ricette dalla Val Maira

Rispondi