Le regole della primavera di Posate Spaiate {su Instagram}

le-regole-della-primavera_Posate-Spaiatele-regole-della-primavera_Posate-Spaiate
Le regole della primavera sono metodi semiseri per sopravvivere all’entropia della vita quotidiana.
La primavera porta con se nuove verdure, riempie i banchi del mercato di colori con il rosso delle fragole, il verde degli asparagi, delle erbette e della misticanza, il rosa dei gerani.
Settimana dopo settimana si aggiungono tesori da portare in tavola e con esse ci sono alcune abitudini e routine che mi sono accorta di mettere in pratica ogni anno.
Si mette via il torpore dell’inverno per accogliere i nuovi arrivati con entusiasmo, a volte persino esagerato nel mio caso che mi ritrovo emozionata di fronte al risotto agli asparagi o alle fragole da mangiare al naturale dopo cena.
A inizio Aprile ho deciso di raccontare le mie #regoledellaprimavera sul profilo Instagram di Posate Spaiate, le ho scritte giorno dopo giorno seguendo quello che mi capitava e l’ispirazione che arrivava dalle verdure comprate al mercato oppure da quelle dell’orto. E’ stato un pò come mettere in ordine i pensieri e raccogliere le idee, appunto mettere ordine almeno in un pezzetto dell’entropia della vita quotidiana
Eccole qui, tutte e 12 raccolte in un unico post, per ispirarvi in queste ultime settimane prima che arrivi l’estate e la sua nuova meravigliosa rivoluzione di sapori.
Ogni regola è uno spunto, che parte da un regalo della natura per poi essere declinato seguendo la vostra fantasia. Per esempio le fragole presto diventano nespole e poi pesche, le coste possono essere sostituite dalla salvia, i fiori di zucca e di zucchina possono prendere il posto di quelli di acacia. I gerani rappresentano i fiori e potrebbero essere surfinie.
Se anche tu hai le tue regole, scatta una foto e pubblicala su Instagram inserendo #leregoledellaprimavera.
le-regole-della-primavera_Posate-Spaiate

Prima regola della primavera: mangiare fragole tutti i giorni, almeno due volte al giorno.

Seconda regola della primavera: dare il giusto spazio ai colori.

Terza regola della primavera: mangiare il risotto con gli asparagi almeno 2 volte alla settimana.

Quarta regola della primavera: mangiare le fave fresche crude con il pecorino oppure saltarle in padella col cipollotto fresco e menta per condire la pasta piccola e fare un meraviglioso e sano primo piatto semiasciutto.

Quinta regola della primavera: comprare carciofi a multipli di 10 e poi abusarne.
Qui spadellati con vino bianco, asparagi e pecorino romano per condire le penne integrali.

Sesta regola della primavera: dispensare sorrisi e gentilezza anche quando gli haters disprezzano un post a cui tengo molto.

Settima regola della primavera: comprare il basilico per fare il primo sugo mediterraneo della stagione. Con pomodorini, capperi, olive, cipollotto, origano e peperoncino, per condire gli spaghetti integrali.

Ottava regola della primavera: preparare delle minestre veloci e profumate, soprattutto se le temperature scendono e si scatena il vento. Questa è con zucchine, fave e orzo perlato Vignola, profumata alla menta.

Nona regola della primavera: non far annerire i carciofi e tagliarli finissimi per fare una bella insalata con le scaglie di parmigiano. In questa ho aggiunto anche rucola e noci croccanti, condita semplicemente con olio buono di Puglia, sale e limone.

Decima regola della primavera: fare la frittata di fiori di acacia anche se è mezzanotte perché se no poi appassiscono.
3 uova sbattute, parmigiano, sale e pepe verde, tanti fiori di acacia.

Undicesima regola della primavera: regalarsi il tempo per comprare, preparare e gustare i nostri cibi preferiti. Domenica l’ho fatto anche io: pane burro e acciughe, funghi porcini sott’olio, asparagi gratinati con crescenza e prosciutto cotto. Ricordiamoci dei sapori preziosi che amiamo ma anche di quelli semplici che non mangiamo da tanto tempo.

Dodicesima regola della primavera: fare pesti alternativi. Questo è con le foglie tenere e verdi delle bietole, mandorle, parmigiano, pochissimo aglio e olio per condire le orecchiette integrali. Impiattamento minimal, direttamente proporzionale alla stanchezza infinita di questa sera.

le-regole-della-primavera_Posate-Spaiate

Note e suggerimenti

Ricette, spunti, idee e riflessioni: le pubblico tutti i giorni su Instagram, vi aspetto sul profilo di Posate Spaiate

 

Rispondi