Posate a Colazione {su Instagram}

POSATE a COLAZIONE_Posate-Spaiate

Prendere le cose che ci fanno paura e provare a farle. Identificare quei momenti in cui sentiamo quel brivido di incertezza, con tutta la sua bivalenza. Da una parte preoccupazione, dall’altra curiosità. Colazione.

Se la curiosità è un pizzico in più della preoccupazione allora è ora di buttarsi. Provare. Perdere l’equilibrio. Riprovare. Imparare. Affrontando le cose che ci fanno paura.

La mattina e il bianco mi hanno sempre fatto paura.POSATE a COLAZIONE_Posate-Spaiate

La mattina

La mattina perché è il momento più difficile della giornata per me che non sono mai stata una mattiniera, una morning person come direbbero gli inglesi per intendere chi riesce ad essere reattivi e pieno di energia appena sveglio. La mia amica Ilaria lo è. Manuele lo è. Loro sono sempre i primi a mettere giù il piede dal letto. Io proprio no. Alla sera potrei andare avanti a scrivere fino a non vederci più, ma al mattino è tutta una incognita…certe volte alzarmi dal letto è un’impresa impossibile.

Allora ho pensato che se avessi avuto uno stimolo, un impegno fisso tutte le mattine, sarebbe andata meglio, sarebbe stato possibile vedere il lato positivo del lasciare il letto per cominciare una nuova giornata.

POSATE a COLAZIONE_Posate-Spaiate

Il bianco

Il bianco mi faceva paura già ai tempi del liceo, dei temi scritti a mano sui fogli protocollo. Alla fine quei fogli li riempivo. Ma che ansia nei primi attimi di fronte alla traccia e al foglio bianco.

Quando ho deciso di cominciare a scrivere il blog posatespaiate.com mi sono nuovamente trovata di fronte ad uno schermo bianco da riempire: almeno una volta alla settimana. Prima di decidere davvero di andare online ho scritto decine di ricette, pensieri, raccontato situazioni. Per vedere come venivano. Finché mi sono convinta e lanciata, soprattutto dopo aver preso consapevolezza e accettato che non sarebbe piaciuto a tutti e che non sarebbe stato perfetto.

La paura del bianco non finisce qui, perché l’ho poi ritrovata quando ho cominciato a fotografare il cibo: nonostante il bilanciamento del bianco e la temperatura colore siano state le prime cose che mi sono state spiegate, per mesi ho scattato foto giallognole e verdastre, senza accorgermi dell’errore. Poi mi sono resa conto con orrore di quello che stavo facendo e ho corretto il tiro: ora ottenere un bianco pulito, neutro, è la mia missione {ossessione} e, nonostante tutto l’impegno, non sempre ci riesco. Doverci provare quasi ogni mattina, mi sembrava un buon esercizio: guardando le foto tutte insieme vedo che giorno dopo giorno sono venuti fuori bianchi di un pò di tutte le tonalità…quindi bisogna perseverare: il bianco puro arriverà.

POSATE a COLAZIONE_Posate-Spaiate

A mente fresca

C’era un’altra cosa di cui sentivo il bisogno: quella di poter raccontare dei pensieri, idee e riflessioni in modo veloce, immediato, senza dover per forza scrivere un post dedicato e strutturato sul blog. Quale miglior momento del mattino, a mente fresca, mentre faccio colazione, con l’aria frizzante, il profumo delle brioches del bar all’angolo, l’aroma del caffè della vicina di casa. Prendersi qualche minuto per raccogliere le idee, concentrarsi su quelle premesse e promesse che ci faranno realizzare i piani della giornata.

Tutte le foto di #posateacolazione  sono online sul profilo Instagram di @PosateSpaiate

POSATE a COLAZIONE_Posate-Spaiate


Note e suggerimenti

Gli scatti di #posateacolazione sono fatti col cellulare, devono essere veloci, immediati e poter essere editati anche fuori casa, in metro o camminando. Il mio programma preferito per la post-produzione delle foto jpeg è Snapseed.

Rispondi