Crostata con olio di riso e semola di grano duro

Crostata con olio di riso e semola_Posate Spaiate

Ho preparato una pasta frolla con olio di riso e semola rimacinata di grano duro. Una di quelle che non stanno insieme e che per stenderle bisogna usare la carta forno e poi fare i rappezzi nei punti in cui si rompe.
Era inizio Ottobre e l’ho utilizzata per preparare una crostata con le amarene conservate e la crema di ricotta. La pasta frolla in eccesso è finita sotto tantissima marmellata di fichi e la abbiamo mangiata a colazione.

Le ho fatte dopo cena, sfornate tardissimo in una di quelle sere in cui sembra che le energie siano infinite perché stai facendo qualcosa che ti piace: la crostata con sopra una cascata di fiori che sembrano stelle.
L’olio di riso per la leggerezza e il sapore delicato, perché fa bene e perché in casa non avevo il burro. La semola di grano duro, quella che di solito si usa per fare la pasta, per ottenere una consistenza più rustica e croccante che tra l’altro mi ha fatto venire voglia di farla di nuovo utilizzando la farina di mais.

Ne è venuta fuori una crostata buonissima e leggera, da mangiare senza sensi di colpa.

Crostata con olio di riso e semola_Posate Spaiate

Crostata con olio di riso e semola_Posate Spaiate


Ingredienti per fare la Crostata con olio di riso e semola di grano duro

per la frolla

  • 150 gr di semola rimacinata di grano duro
  • 300 gr di farina 00
  • 50 gr di fecola
  • 150 gr di zucchero di canna
  • 90 ml di olio di riso (per me quello di Vignola)
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 2 uova

per il ripieno

  • 700 gr di ricotta (di cui 200 gr di pecora se la trovate)
  • 120 gr di zucchero
  • estratto o semi di bacca di vaniglia
  • un vasetto di amarene denocciolate oppure in confettura (vanno bene anche ciliegie e visciole)
  • un vasetto di confettura di fichi


Come fare la Crostata con olio di riso e semola di grano duro

Mettete la ricotta con lo zucchero in una ciotola e fate riposare in frigo almeno un’ora, ma anche fino ad una notte intera.

Nel frattempo frullate nel mixer le farine, il lievito e lo zucchero. Aggiungete uova e olio e continuare a frullate fino ad ottenere una consistenza a briciole. Impastate con le mani su una spianatoia per formare una palla da far riposare in frigo almeno mezz’ora.

Setacciate la ricotta con lo zucchero e la vaniglia (ammetto io questa volta ho frullato).

Stendete i due terzi della pasta frolla tra due fogli di carta forno, foderate la teglia, bucherellate e farcite con le amarene e la ricotta.

Ripetere l’operazione per la teglia più piccola e farcite con marmellata di fichi.

Decorate con una cascata di fiori, stelle o le classiche losanghe di pasta frolla.

Fate cuocere in forno caldo statico a 180° per 40 minuti o finchè ben dorata.

Crostata con olio di riso e semola_Posate Spaiate

 


Note e suggerimenti

Le dimensioni delle teglie: grande 21 cm e piccola 18 cm di diametro.

L’idea di abbinare le amarene alla ricotta arriva dalla ricetta pubblicata su Corriere Cucina e dal fatto che ne possedevo un preziosissimo vasetto che meritava di essere consumato.

Lo spunto della crostata senza burro invece è arrivato leggendo una ricetta di dolcisenzaburro.

Crostata con olio di riso e semola_Posate Spaiate

Rispondi