La crema verde di finocchi e sedano, per non buttare via niente

Crema Verde di sedano e finocchi_Posate Spaiate

Dopo le corse delle ultime settimane finalmente fermi. Natale, qualche giorno in Francia, Capodanno con gli amici. Ma oggi siamo a casa tranquilli e ho avuto un po’ di tempo per preparare un risotto speciale, che vi racconterò presto, e per pensare: guardare indietro e attrezzarsi per andare avanti.

Guardare indietro è utile per capire cosa abbiamo fatto bene e cosa no. Cosa ci è piaciuto e cosa no. Per poi decidere quello che vogliamo portare con noi nell’anno nuovo. Non mi piace tanto chiamarli buoni propositi, ma scelte di ciò che ci piacerebbe continuare o cominciare a fare col nuovo anno. Mi sono venute in mente un pò di cose e ve le racconto in ordine semi-sparso.

Vorrei cominciare a:

  • fare la pasta fresca e fotografare col cavalletto;
  • incontrare più spesso gli amici per una aperitivo e organizzare più cene;
  • mangiare più ostriche e bere più champagne;
  • (ri)cominciare ad andare in palestra e a svegliarmi sempre presto (questo sarà la cosa più difficile).

Vorrei continuare a:

  • scrivere dei post con regolarità e continuare a studiare il web per capirne sempre meglio i meccanismi;
  • vivere il nuovo come opportunità e vedere risorse in quelli che sembrano problemi;
  • non sprecare il cibo, usando tutto quello che si può di ogni ingrediente per buttare via il meno possibile;
  • produrre meno rifiuti differenziando al massimo. Purtroppo vedo ancora tanto vetro e plastica nei bidoni dell’indifferenziato e questo mi rattrista perché è una delle poche cose che è veramente nelle nostre mani, tutti possiamo e dobbiamo dare il nostro contributo. E’ una nostra responsabilità.

A proposito di sprechi: sono sicura che a Capodanno avete mangiato il salmone, magari con i cuori di finocchi tagliati sottili. Oppure avete fatto una insalatina di sedano, noci e parmigiano o il sedano con il gorgonzola. Ecco, sono sicura che in frigo vi sono rimaste le foglie più dure dei finocchi e quelle più esterne del sedano: a me è successo a Natale e per utilizzarle ho preparato questa crema verde che è buona e bella anche se nasce da ingredienti poveri.

E poi, se avete il sedano bianco e non mettete la parte verde dei finocchi otterrete la versione bianca che è molto elegante e quindi perfetta se avete ospiti.

Crema Verde di sedano e finocchi_Posate Spaiate


Per 4/6 persone

Ingredienti per la crema di finocchi e sedano
  • 3 cipolle grandi
  • 4 o 5 foglie di finocchi, con tutte le loro barbe verdi
  • 4 o 5 gambi di sedano
  • 2 patate grandi
  • 1 spicchio d’aglio
  • alloro
  • brodo vegetale
  • bale, pepe, olio evo

Come fare la crema verde di finocchi e sedano

Tagliare la cipolla a fettine e farla stufare a fuoco lento per una decina di minuti insieme allo spicchio d’aglio e un paio di cucchiai di olio evo. Togliere l’aglio prima di aggiungere le altre verdure per un sapore più delicato.

Tagliare le patate a cubetti e il sedano e i finocchi a pezzettini fini fini in modo da avere fibre corte che si frulleranno più facilmente.

Aggiungere le patate alla cipolla, far insaporire. Poi aggiungere il resto delle verdure, una foglia di alloro e coprire con il brodo vegetale. Far cuocere per circa 20 25 minuti o finché le patate saranno cotte.

Frullare bene, aggiungere il sale e far insaporire a fuoco vivace per altri 5 minuti.

Servire la crema calda con un filo di olio crudo e una macinata di pepe.

Crema Verde di sedano e finocchi_Posate Spaiate


Note e suggerimenti

Un’altro articolo in cui parlavo di come usare gli avanzi un pò meno belli è questa dove raccontavo del “brodo fatto di niente”.

hs-semaforo_verdeSemaforo verde: ricetta con un basso impatto ambientale (meno di 2 kg di CO2 equivalente per kg di prodotto finito). Scopri di più sul carbon footprint!

One thought on “La crema verde di finocchi e sedano, per non buttare via niente

Rispondi