La galette salata con bietole e pomodorini

Sto scrivendo seduta su un terrazzo che guarda le colline, lì sotto in cortile Manuele sta raccogliendo i fichi e sento profumo di erba appena tagliata. Per un attimo mi dimentico che sono stanchissima e che in questo periodo l’asticella da saltare è stata spostata un po’ più in alto e che ci vorrà sempre più impegno, e poi ancora di più. Lascio da parte questi pensieri perché voglio raccontarvi una cosa bella.

Venerdì ho scritto un’email per ringraziare una persona, per dirgli che aveva avuto un ruolo importante nel farmi prendere certe decisioni e raccontargli un po’ delle cose che mi frullano per la testa. Era un’email che volevo scrivere da tanto, ma stava lì nella lista e ho indugiato tante volte perché volevo trovare il momento giusto per scriverla. Ma il momento giusto sembrava non sarebbe arrivato mai e così ho acciuffato 10 minuti in pausa pranzo e ho scritto tutto d’un fiato quello che volevo scrivere, ritornando indietro a due anni fa e a quello che avevo pensato sentendo parlare questa persona, alle possibilità e opportunità che mi aveva fatto immaginare. Lui non sapeva di aver avuto un ruolo importante nel farmi decidere di cominciare a raccontare qualcosa di me online. Gliel’ho detto e l’ho ringraziato per questo. Lui ne è stato felice, anche perchè non se lo aspettava.

A volte per dire una cosa bella bastano pochi minuti, basta decidere di volerla dire. Sicuramente farà piacere a chi la ascolterà. Frugate nella vostra lista delle cose da fare, sono sicura che c’è una amico da chiamare, o qualcuno da ringraziare.

E se poi si tratta di incontrarsi per un aperitivo o una merenda non c’è niente di meglio una galette salata, fatta con la farina integrale e le verdure di stagione. Mangiata tiepida accompagnata da una insalata di pomodori e basilico, oppure così com’è appena tagliata e mangiata con le mani per il pranzo in campagna della domenica, con i piedi scalzi sull’erba.

La galette è fatta da uno scrigno di pasta rustica che può accogliere con disinvoltura un ripieno dolce o salato. La pasta di stende sulla carta da forno e se non viene perfetta fa lo stesso, perché il suo fascino sta proprio nell’aspetto casereccio.

Galette salata_Posate Spaiate


Ingredienti per fare la galette salata
  • 100 gr farina integrale
  • 100 gr farina 00
  • 70 ml olio evo
  • 80 ml acqua tiepida
  • Un pizzico di bicarbonato
  • sale
  • 1 kg di bietole pulite
  • 1 scalogno
  • Olive nere liguri o Gaeta
  • 1 uovo
  • Parmigiano
  • Formaggio a tocchetti (testun del fen)
  • Pomodorini datterini
  • Sale

Come fare la galette salata

Amalgamare le farine e unire man mano l’olio, l’acqua e un pizzico di sale e di bicarbonato fino ad ottenere un impasto morbido e malleabile. Coprire e far riposare a temperatura ambiente per 15-20 minuti.

Lavare e pulire le bietole, far appassire lo scalogno e aggiungere le bietole appena sgocciolate dall’acqua del lavaggio, far stufare una decina di minuti. Salare e far insaporire e asciugare il liquido in eccesso.

Una volta fredde unire un uovo, olive snocciolate, parmigiano.

Stendere la pasta direttamente sulla carta da forno o su un canovaccio infarinato, metterla in una teglia, aggiungere il ripieno, finire con pezzettini di formaggio e pomodorini. Ripiegare la pasta in eccesso.

Spennellare i bordi con olio evo e infornare a 180° per almeno 30 minuti o finché ben dorata.

Galette salata_Posate Spaiate

Galette salata_Posate Spaiate

hs-semaforo_verdeSemaforo verde: ricetta con un basso impatto ambientale (meno di 2 kg di CO2 equivalente per kg di prodotto finito). Scopri di più sul carbon footprint!

One thought on “La galette salata con bietole e pomodorini

Rispondi