Cosa mangiare in gravidanza? Tutti i consigli per nutrirti bene, con gusto

Mangiare in gravidanza_Posate Spaiate

Quando abbiamo scoperto di aspettare la piccola Anita la prima cosa che abbiamo fatto è stata pensare a come avremmo dovuto cambiare e migliorare il mio modo di mangiare. Sapere cosa mangiare in gravidanza è importante, perché il nutrimento non è più solo per te ma serve anche alla piccola creatura per crescere bene.

Amo il cibo: passerei l’80% del mio tempo a pensare a cosa mangiare, immaginare ricette, accostamenti, scattare fotografie di cibo e a raccontarlo. Il restante 20% della mia vita potrei tranquillamente investirlo mangiando e dormendo. Pur essendo così appassionata, so che la mia alimentazione non è sempre perfetta. Le abitudine, le corse, il lavoro e la mancanza di tempo rendono qualche volta difficile la preparazione dei pasti. Avere un metodo o una guida può essere utile per non sgarrare ed essere sicuri di coprire tutte le esigenze nutrizionali. In questo post vi racconterò quale è stato il mio approccio.

Cibi proibiti, zuccheri, carboidrati e proteine

Le quattro aree su cui ho dovuto lavorare maggiormente sono stati i cibi proibiti, gli zuccheri, i carboidrati, le proteine:

  1. i cibi proibiti: alcuni sono pericolosi, altri potrebbero esserlo. In ogni caso è bene essere informati e sapere con cosa possiamo sostituire i nostri alimenti preferiti quando proprio siamo in astinenza;
  2. gli zuccheri: sono dappertutto, anche se ci sembra di non consumarne alla fine ci sono sempre, spesso camuffati;
  3. i carboidrati: cosa c’è di più appagante e veloce da preparare di un piatto di pasta? Proprio per questo spesso si tende a mangiare carboidrati troppo frequentemente ma in gravidanza possono essere complici di un aumento eccessivo di peso;
  4. le proteine: qui il problema per me era inverso. Mangiavo carne e proteine animali poco frequentemente, quindi ho dovuto educarmi per introdurre regolarmente nella mia dieta i legumi, il pesce, la carne bianca e la carne rossa.

Lì dentro il mio pancino c’era una creatura che si stava nutrendo e stava cercando di crescere e l’unica cosa che potessi fare io era mangiare bene affinché le arrivasse tutto il necessario, tutte le sostanze buone.

Come abbiamo fatto? Insieme a Manuele, il mio compagno e papà di Anita, abbiamo definito uno schema che ci guidasse, soprattutto nella gestione delle quattro aree critiche. Lo abbiamo stampato e appeso in cucina in modo da avere sempre sotto controllo la nostra settimana tipo e essere guidati anche nella spesa.

Puoi scaricare lo schema in fondo a questo articolo, ma prima voglio raccontarti punto per punto perché decidere cosa mangiare in gravidanza è stato facile e bello, e quali sono le alternative ai cibi proibiti o da evitare/limitare.

#1 Alimenti da evitare in gravidanza: i cibi proibiti

Eccoci alle note dolenti, in attesa non si può bere alcool e mangiare cibi crudi o potenzialmente contaminati.

L’alcool passa immediatamente al feto, quindi va eliminato del tutto: potete sostituirlo con acqua tonica col limone o frutta fresca, ginger beer, spremute di agrumi e cocktail analcolici. Sempre senza esagerare per evitare di ingurgitare troppi zuccheri.

Il prosciutto crudo e la carne cruda sono rischiosi per la toxoplasmosi se siete ricettive: per ovviare al problema potete far abbrustolire il prosciutto crudo in padella, oppure passare l’albese in forno caldo per pochi minuti.

Il pesce crudo: per nove mesi niente sushi, ceviche e tartare. Qui il rischio è la listeria monocitogenes. Ma il pesce cotto potrà darvi grandi soddisfazioni: cercate pesce azzurro, piccoli pesci non comuni, limitate i grandi animali come spada, tonno e palombo per il rischio di contaminazione da mercurio.

I formaggi erborinati: dimenticate gorgonzola e formaggi non pastorizzati. Delle buone mozzarelle, burrate e formaggi stagionati italiani potranno consolarvi (ma senza esagerare perché mozzarelle e formaggi hanno una alta percentuale di grasso).

Qualche idea: Prosciutto crudo croccante con melone e rucolafrittata al forno, torta salata con verdure e mozzarella

Prosciutto-crudo-croccante-con-melone_Posate-Spaiate-9432

#2 Cibi vietati in gravidanza: gli zuccheri

Questi maledetti si nascondono ovunque e in gravidanza sono particolarmente pericolosi perché una delle patologie più serie a cui si potrebbe andare incontro è proprio il diabete gestazionale. Non è scientificamente provato che dipenda dall’alimentazione ma mangiare bene ed evitare di eccedere con le quantità di dolci è comunque utile e indicato anche per contenere l’aumento di peso ed evitare di alimentare altre patologie come per esempio la candida o infezioni vaginali.

Ma come si fa a resistere al piacere del sapore dolce? Basta consumare ogni tanto alimenti naturalmente dolci: la frutta cotta, la frutta secca, la farina di castagne, le mandorle. Il miele e i malti di cereali sono una valida alternativa per dolcificare: un piccolo cucchiaino di miele per dolcificare la tisana non farà male e se fate una torta preferite zucchero grezzo integrale oppure il malto di cereali (il migliore mi dicono essere quello di riso).

Qualche idea: clafoutis alla frutta, muffin allo yogurt e fragole, castagnaccio toscano

Castagnaccio_Posate Spaiate

#3 Alimentazione in gravidanza: carboidrati a pranzo

È meglio consumare i carboidrati a pranzo, scegliendo principalmente quelli integrali. Una ottima idea è preparare la pasta con le verdure di stagione, o nello stesso modo gli altri cereali. Sì perché non c’è solo la pasta: lasciate spazio ai carboidrati con basso indice glicemico come farro, orzo e il riso basmatiDifferenziare è la parola giusta a tavola: ricordati dell’avena, della segale e di tutti i cereali o pseudocereali che naturalmente non contengono glutine (riso, mais, grano saraceno, miglio, amaranto, quinoa, sorgo) indispensabili per chi è intollerante e utili per tutti perché contengono nutrienti importanti e utili per l’organismo.  Il kamut è una varietà di grano più controllata di quello normale ma le proprietà non sono così diverse dal normale frumento.

I cereali si possono preparare in abbondanza e poi consumarli nei giorni seguenti cambiando le verdure: il metodo di cottura che preferisco e quello per assorbimento (1 parte di cereali e 2 parti di acqua o brodo vegetale: quando il liquido è caldo, immergete i cereali, coprite e fate cuocere fino ad assorbimento. Sala solo verso la fine della cottura).

Qualche idea: riso con le verdure, spaghetti integrali con agretti e pomodorini, quinoa nera con cavolo rosso e pesche.

Quinoa con cavolo rosso e pesche_Posate Spaiate

#4 In gravidanza le proteine sono importanti

Le proteine animali sono importanti per la crescita del feto: la carne bianca, le uova, il pesce, la carne rossa possono essere affiancate alle proteine vegetali come i legumi (ceci, fagioli, lenticchie e fagioli verdi mung), i semi (di chia, di canapa), le mandorle.

Le possibilità in cucina si amplificano: con i ceci si può fare l’hummus, i legumi bolliti possono arricchire la zuppa o diventare un secondo piatto, le albicocche secche e le mandorle sono perfette per funo spuntino o arricchiscono le insalate.

Qualche idea: pollo alle mandorle, l’uovo con i carciofi, carote arrostite su crema di ceci, hummus di cannellini

Carote arrostite_Posate-Spaiate

Puoi scaricare lo schema per sapere cosa mangiare in gravidanza iscrivendovi alla nostra mailing list: nel file troverai il mio schema compilato e uno vuoto da personalizzare.

Fammi sapere se lo trovi utile e condividi l’articolo: potrebbero esserci altre neo-mamme interessate!

In gravidanza mangia tanti vegetali e bevi tanta acqua

La verdura e la frutta di stagione devono essere alla base dell’alimentazione della mamma in attesa: vitamine, sali minerali e sostanze vive e fresche sono il massimo per nutrire il nostro organismo e quello del bambino.

La verdura in ogni suo colore può diventare protagonista in ogni pasto: cotta o cruda (purché lavata accuratamente col bicarbonato). La frutta con il suo sapore dolce e fresco può diventare un dessert e rappresentare lo spuntino ideale insieme ad un paio di cracker o ad una manciatina di frutta secca.

L’acqua: è consigliabile berne dai due, ai due litri e mezzo al giorno. Come fare? spremere un po’ di succo di limone nell’acqua durante i pasti può aiutare a bere di più e anche ad assimilare il ferro contenuto nelle verdure (grazie alla vitamina C). Un infuso o tisana senza teina si può bere al mattino, a merenda e alla sera quando ci rilassiamo dopo la giornata: le tisane alla frutta, o alle erbe come malva e calendula oppure il tè rooibos che è naturalmente deteinato.

Qualche idea: insalata con pere e songino, le verdure di primavera, verdure crude con la finta maionese

La Finta Maionese_Posate Spaiate


Note e suggerimenti

Ho definito questo schema per avere una guida su cosa mangiare in gravidanza mettendo insieme la mia conoscenza con le informazioni ricevute dal consultorio e dall’agenda della gravidanza, dal ginecologo e dalle ostetriche.

Questo articolo non contiene consigli medici assoluti perché ogni persona ha la sua situazione di salute e il suo proprio peso iniziale. Quindi in caso di problemi di salute specifici è necessario rivolgersi al proprio medico per stabilire la dieta appropriata.

Ringrazio la dietista Ilaria Costabello per il supporto nella revisione finale del post. Potete seguirla su Instagram.

One thought on “Cosa mangiare in gravidanza? Tutti i consigli per nutrirti bene, con gusto

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.