Crema di zucchine e basilico, con leggerezza

Sono rientrata da pochi giorni dalle vacanze, che sono state ricche di colori, scatti e soprattutto cibo e profumi. Il tutto ambientato in Puglia, dove ho visto, mangiato e fotografato talmente tanto che appena rientrata mi son sentita quasi un po’ disorientata e non sapevo bene da cosa ricominciare.

Nel dubbio ho ricominciato dalla cucina e il primo giorno a casa ho impastato la pizza. Dopo averla sfornata ho approfittato del forno già caldo per far cuocere le zucchine e preparare questa crema di zucchine e basilico che è facile, golosa e si può mangiare anche tiepida. E’ anche leggera cosa che non guasta al rientro dalle vacanze, soprattutto se avete esagerato un po’ come me.

Ora che non fa più così caldo il forno si accende più volentieri, magari anche solo per far abbrustolire qualche fetta di pane da condire con un velo di aglio, pomodorini freschi e olio buono: bastano un paio di bruschette o friselle, se le avete, per non dimenticare così in fretta le vacanze, nel mio caso la Puglia, o almeno per ricordarci che l’estate non è ancora finita.

Crema di zucchine con basilico_Posate Spaiate

 


Ingredienti per fare la crema di zucchine e basilico

Per 4 persone

  • 6-7 zucchine, circa un chilo (vanno bene anche quelle un po’ più grosse)
  • 1 cipolla rossa grande
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 bei rametti di basilico, per ricavare almeno 10-15 foglioline
  • ½ litro circa di brodo vegetale (o “brodo fatto di niente”*, leggi le note per sapere cos’è)
  • 1 fetta di speck o prosciutto crudo tagliata un po’ più spessa (circa 2 mm)
  • Aromi misti freschi o secchi: timo, rosmarino, alloro, erbe di Provenza – insomma quello che avete e che vi piace
  • Sale
  • Olio extra vergine di oliva
  • Pepe da macinare al momento

Come fare la crema di zucchine e basilico

La prima cosa da fare è preparare il brodo*: mettere a bollire una costa di sedano, una carota, una cipolla, salvia e alloro in circa un litro d’acqua e far cuocere per almeno 30 minuti, salare leggermente a metà cottura e lasciarlo sobbollire fino a che le zucchine non saranno cotte. Ne otterrete più di quello necessario per la vellutata ma potete conservalo in frigo per qualche giorno e usarlo per fare il risotto.

Accendere il forno a 180°.

Lavare e spuntare le zucchine e tagliarle grossolanamente a pezzi. Lavare, sbucciare e cipolla e tagliarla a spicchi un po’ più piccoli delle zucchine.

Foderare una placca o teglia con carta da forno e disporre gli aromi (io ho messo rametti di rosmarino, due foglie di alloro e un pizzico abbondante di erbe secche miste tipo erbe di Provenza). Distribuire le zucchine e la cipolla sulla placca facendo in modo che stiano su un solo strato. Aggiungere un filo d’olio e lo spiccio d’aglio in camicia e salare.

Far cuocere in forno caldo per circa 20/25 minuti.

Nel frattempo lavare il basilico, tagliare a striscioline lo speck e farlo saltare in padella per pochi minuti.

Quando le zucchine sono cotte mettetele in una pentola con un paio di mestoli di brodo e lo spicchio d’aglio arrostito sbucciato e far bollire per circa 10 minuti. Frullarle insieme al basilico per ottenere una crema abbastanza densa e regolare di sale. Aggiungere altro brodo e continuare a frullare per regolarne la consistenza nel caso la vogliate più liquida.

Servire in coppette decorando con foglioline di basilico, striscioline di speck croccante e una macinata di pepe.


Note e riferimenti
  • * Ho descritto in modo veloce il metodo classico per fare il brodo ma spesso io lo faccio con quello che ho in casa anche se non si tratta di carote o sedano. Alla cipolla (o scalogno, porro, cipollotti freschi) si possono aggiungere le coste più dure dei finocchi, foglie di verdura verde come le costine, la parte più dura del gambo degli asparagi o carciofi, grani di pepe, foglie di alloro. Vanno benissimo anche i ritagli della bistecca o del petto di pollo, se li avete scartati per dare una forma più regolare alle fette o se non vi piace lasciare i nervetti. Per non parlare delle croste di parmigiano: basta grattare via la parte più esterna della crosta, sciacquarle e metterle nell’acqua del brodo. Almeno due sono i vantaggi: si limitano gli sprechi e si ottiene un brodo dal sapore più naturale e saporito di quello fatto col dado. Inoltre se fatto in quantità può essere congelato in vasetti di vetro per averlo pronto quando serve. Io lo chiamo “il brodo fatto di niente”, anche se fatto di niente non è.
  • Questa ricetta si ispira a quella pubblicata su Instagram da Sproutedroutes, che seguo da qualche mese e trovo molto interessante. Sono partita dallo spunto della cottura delle zucchine in forno ma ho poi modificato alcuni degli ingredienti adattandoli ai mie gusti.

hs-semaforo_verdeSemaforo verde: ricetta con un basso impatto ambientale (meno di 2 kg di CO2 equivalente per kg di prodotto finito). Scopri di più sul carbon footprint!

One thought on “Crema di zucchine e basilico, con leggerezza

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.