Londra, sempre nuova, sempre diversa

Londra_Posate-Spaiate
Sei brillante, competitiva, dinamica, veloce, contraddittoria, fai quasi sempre quello che dici perché qui tutto sembra possibile. L’ultima volta che ti avevo incontrato avevi messo su un bel vestito colorato. In questi giorni sei stata un po’ più grigia e fredda, ma ti ho amato comunque cara Londra.
Avevo scritto di Londra qualche mese fa, in un articolo in cui avevo anche spiegato perchè è una città a cui mi sento legata. Ma c’è ancora molto da raccontare.
Lo scorso week-end ho avuto la fortuna di tornarci, grazie ad un impegno di lavoro programmato per lunedì e martedì.
Ho provato a cercare quartieri nuovi, che fossero fuori dal centro, più autentici e possibilmente lontano dalla folla.
Ecco i miei appunti di viaggio, densi, dettagliati e con molti spunti per aiutarvi ad organizzare una gita a Londra in previsione del ponte dell’8 Dicembre o per le vacanze di Natale.
Londra_Posate-Spaiate

Visitare e comprare a Londra

Hammersmith
E’ una zona tranquilla, residenziale, ideale per passare una serata al pub. Se arrivate qui di giorno fate una passeggiata lungo il Tamigi per vedere i ragazzi che si allenano con le canoe e il bel ponte.
Hammersmith si trova ad ovest, linea Piccadilly, a 8 fermate da Piccadilly Circus.
Proseguendo verso ovest, a poche fermate di metro, vi troverete in un altro quartiere interessante che si chiama Chiswick. Anche qui ci sono ristoranti e pub di buon livello, con prezzi non esagerati in confronto al centro di Londra. Bello passeggiare e guardare in alto per apprezzare le bellissime case…e i tantissimi negozi di arredamento e design.
 Londra_Posate-Spaiate
Hampstead
Un quartiere molto curato, fuori dalla folla, zona residenziale di altissimo livello dove però non vi sentirete poveri ma accolti e coccolati: andateci per cercare una atmosfera autentica e negozi tradizionali e antichi come il barbiere, il macellaio, il rigattiere. Qui potreste anche imbattervi in un simpatico signore, che incurante del freddo, se ne sta lì ad impostare il suo disegno su tela.
Tanti caffè per una pausa che rinfranchi dall’aria pungente e per viziarvi con una pasta francese, oppure per mangiare le uova al tegamino col pane seduti fuori sfidando il freddo (non ho fatto in tempo a fare la foto, ma è rimasta in me l’immagine di un signore inglese che mangiava il suo tegamino con le uova, con tanto di sciarpa e cappello).
Per arrivare ad Hampstead prendere la linea Northern in direzione Edgware, scendere tre fermate dopo Camden Town.
Londra_Posate-Spaiate
Londra_Posate-Spaiate
Primrose Hill
Lasciando Hampsted avete due possibilità: scendere a Camden Town ed essere risucchiati dalla pazza folla, oppure schivarla con destrezza dirigendovi verso la collina di Primrose Hill. Per arrivare ci vogliono 15 minuti a piedi. Una piccola fatica che verrà ripagata dalla vista splendida sullo skyline londinese e dalle foglie dai colori autunnali che si arrendono al vento cadendo sull’erba con la loro danza elegante.
Londra_Posate-Spaiate
Neal’s Yard
Un angolino super colorato e suggestivo, a pochi passi da Covent Garden. Lo si scopre infilandosi in un piccolo vicolo arrivando da Shorts Gardens o da Monmouth Street.
Maltby Street Market
A questo punto, dopo la camminata vi sarà venuta una fame da lupo. Quindi correte giù e riprendete la linea della metro nera (Northern) e scendete alla fermata London Bridge. Con una breve passeggiata di 10 minuti arriverete al Maltby Street Market. Lungo il percorso verrete sorpresi da apparizioni improvvise del grattacielo Shard, progettato da Renzo Piano, che è alto 310 metri e cercherà di impressionarvi comparendo tra i palazzi.
Londra_Posate-Spaiate
Soffermatevi pure a guardarlo ma poi proseguite perché Maltby Street è lì che vi aspetta per sorprendervi: un posto per mangiare, bere, incontrarsi e rilassarsi. Si trova sotto le arcate della ferrovia e offre Street Food da tutto il mondo, caffè, dolci e ottimo gin. Inoltre c’è anche un negozio di arredamento e materiali vintage: Lassco.
Abbiamo mangiato i burritos brasiliani e bevuto cocktail caldi a base di gin Little Bird e spezie. Luci basse, piccole borse dell’acqua calda, plaid e fornelli per ripararsi dal freddo. Atmosfera tra il carbonaio e il bohemien. E’ proprio vero che gli inglesi riescono a costruire piccoli paradisi partendo dal niente. Da noi in Italia certe cose sono impossibili per definizione, per quella famosa legge per cui se una cosa è bella, accogliente e spontanea sicuramente non è abbastanza “a norma”.
Londra_Posate-Spaiate
Londra_Posate-Spaiate
Londra_Posate-Spaiate
Brixton e il suo mercato
Io sono una di quelle che si emoziona per i colori, per le melanzane baby e le verdure esotiche. Al Brixton Market ci siamo immersi in una Londra multiculturale. Qui è nato David Bowie e proprio qui si trova il suo famoso murales. Un quartiere che è stato riqualificato negli ultimi anni pur mantenendo la sua identità multietnica e un’alta concentrazione della comunità jamaicana, caraibica e sudamericana. Un posto per comprare frutta, verdura, carne e pesce di tutto il mondo e immergersi nelle abitudini delle persone normali che cercano di andare avanti in una città grande e ricca di opportunità ma anche difficile e dura a volta perchè molto cara.
Il quartiere è diviso in quattro aree principali:
Brixton Village con negozi e ristoranti, Market row dove troverete bancarelle per acquistare cibo e oggettistica, Brixton pop un aggregato di locali, piccoli ristoranti e negozi tutto situato in una struttura fatta di containers e materiale recuperato, Market stalls cibo da ogni parte del mondo.
Londra_Posate-Spaiate
Liberty Store
In Regent street, occupa un meraviglioso palazzo in stile Tudor. Un giro è una vera esperienza, vale come un viaggio: prodotti ricercati per abbigliamento, design, casa e cosmetici. E poi i fiori che decorano l’ingresso principale. La mia amica Daniela Stratta di Chiediloalladani già lo recensiva nel 2012 e scriveva: “L’atmosfera è intima e retrò, adoro perdermi tra i vari reparti molto “liberty” e inevitabilmente riesco a trovare qualcosa che mi piace. L’ultima volta ho comprato un bottone con ritratto di famiglia perfetto per rendere unica la mia giacca preferita. Impossibile rinunciare ad una pausa nel Cafè Liberty per la verticale di dolci o l’orizzontale di salati, da perder la testa…”
Londra_Posate-Spaiate

Mangiare a Londra

Di solito non mi muovo se la meta non prevede anche qualcosa da mangiare e in tutti i quartieri che vi ho raccontato troverete buone opportunità. Ecco i posti che abbiamo provato noi:
the Swan, siamo stati qui per la prima cena, appena arrivati e stanchi per il viaggio e la settimana. Al piano terra é un pub classico con tante birre e persone che si incontrano e chiacchierano. Sopra invece ci sono tavoli più grandi e vengono serviti hamburger gourmet e altri piatti tipici della cucina inglese, come per esempio le pie salate e il pollo cotto nella birra.
Un altro pub interessante è il Hope Poles.
Londra_Posate-Spaiate
Charlotte Bistrò, ristorante elegante, cucina ottima e curata. Offre anche cocktails e tanti tipi di Gin.
Lo abbiamo trovato curiosando su OpenTable, un sito interessante per trovare ristoranti che abbiano tavoli disponibili nella zona e giorno che vi interessa.
 
Dishoom, ristorante indiano contemporaneo, uno dei ristoranti più frequentati della città: me lo hanno consigliato i miei colleghi inglesi. La coda è sempre lunghissima, ma il servizio perfetto: appena arrivate registrano il vostro nome e vi offrono un chai tea per poi farvi accomodare a bar nel caso l’attesa si prolunghi ancora.
DimT: una catena per mangiare Dim Sum e cibo orientale, ce ne sono tanti disseminati per Londra ma io sono stata sempre in quello di Charlotte Street. Parlo di Dim Sum fatti al momento, zuppe caldissime e speziate per rinfrancarvi dalla stanchezza e dal freddo. Ma anche pad thai e altri piatti orientali.
Lima, ristorante peruviano in Floral Street, vicinissimo a Covent Garden, St Martin Lane e  Leicester Square. Per gustare cheviche di pesce e vegetariana, piatti di pesce e carne e poi cocktails a base di Pisco.
Londra_Posate-Spaiate

Dormire a Londra

3 proposte per voi, 3 diversi livelli di prezzo (da un estremo all’altro…)
Ostello Abercorn: nel quartiere di Hammersmith, pulito caldo accogliente.  Il bagno e le docce sono in comune, quindi dovete portare ciabatte e grande accappatoio per non prendere freddo nel trasferimento. Da scegliere per risparmiare (e potersi permettere cene costose) oppure per ricordarci che le comodità che abbiam ogni giorno non sono scontate e che dobbiamo essere grati per quello che abbiamo.
Hotel Charlotte in Charlotte Street, il mio sogno di Hotel, stile inglese, poltroncine imbottite. La facciata color verde salvia. Fa parte della catena Mr & Mrs Smith, e vale la pena anche solo guardare il sito per rimanere incantati dai tendaggi, divani e poltrone rivestiti con le tipiche stoffe inglesi.
St Martins Lane Hotel, design e comfort, luci soffuse. Uno di quegli hotel che bisogna concedersi almeno una volta nella vita. Anche solo per un drink serale. Informatevi e prenotate: a Londra l’aperitivo nel bar dei grandi alberghi è di moda e regala grandi soddisfazioni, potrebbe anche capitarvi di incontrare qualche cantante o personaggio famoso.
Per aiutarvi a pianificare al meglio il vostro viaggio ho costruito una mappa con tutti i luoghi raccontati in questo articolo.

Se l’articolo vi è piaciuto, condividetelo! Un gesto bello per me e per tutti i vostri amici che potranno leggerlo. 
Le foto che ho pubblicato durante il viaggio sono sul mio profilo Instagram

Questo slideshow richiede JavaScript.


Note e suggerimenti

Cercate altre informazioni su Londra? Vi consiglio questi siti:
 

2 thoughts on “Londra, sempre nuova, sempre diversa

  1. Bellissimo articolo e bellissime foto ☺ essendoci stata poco fa, ho dato una bella rispolverata alle cose da rivedere e vedere quando tornerò !

    1. grazie Elisa, la mia lista delle cose da fare a Londra è infinita…per scrivere questo articolo ho fatto una super selezione, una abbraccio cara 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.