Roero Days 2016, dove c’è vino c’è gioia

Roero days 2016_Posate Spaiate

Il 20 e 21 Marzo il Consorzio Tutela Roero ha organizzato i Roero Days, per celebrare una delle denominazioni e aree vinicole più prestigiose del Piemonte, divenuta patrimonio dell’Unesco nel 2014.

Sono arrivata alla Cascina Medici del Vascello, Reggia di Venaria, nel tardo pomeriggio, il sole era già basso. Ho subito sbirciato di là nel prato e ho visto una grande serenità: amici insieme seduti con le gambe incrociate un bicchiere in mano. Un bicchiere in più da portare all’amico di sempre.

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate Spaiate

Qualche passeggino, con la mamma e il papà che si regalano una uscita e sguardi d’intesa, chissà da quando non capitava.

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate Spaiate

Le cantine e i produttori di Roero e Roero Arneis – il grande rosso e il grande bianco prodotto in Roero – tutti in fila ai banchi d’assaggio per proporre un calice da abbinare alle tipicità gastronomiche del territorio, come formaggi Dop del Piemonte, prosciutto crudo di Cuneo e salsiccia di Bra.

Roero days 2016_Posate Spaiate

Occhi e naso nel bicchiere chissà cercando cosa, forse per provare ad immaginare prima di sentire.

Roero days 2016_Posate Spaiate

Convivialità, gioia, sorrisi di amicizia.

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate Spaiate

Un atteggiamento di ascolto, quasi di rispetto verso il vino che per essere capito ha bisogno di pazienza perché nel bicchiere cambia, respira e si adatta all’ambiente.

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate SpaiateTante persone insieme per il vino e intorno al vino, non solo per berlo ma anche per conoscerne le origini e quello che ci sta dietro: l’amore per la terra e la passione per il lavoro.

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate Spaiate

Nel corso delle due giornate in agenda c’erano tanti appuntamenti di approfondimento: io ho partecipato al laboratorio di degustazione I Bianchi 2013 del Piemonte a confrontoColli Tortonesi Timorasso, Erbaluce di Caluso, Gavi, Roero Arneis. Una degustazione alla cieca per far conoscere le potenzialità dei vini Roero Docg a confronto con gli altri vini piemontesi.

Roero days 2016_Posate Spaiate

In tutto sono stati assaggiati e descritti 7 vini e devo dire che non è stato facile associare il vino al territorio o al vitigno. Alessandro Avataneo, che in insieme a Vittorio Manganelli ci ha guidato nel percorso, ha spiegato il suo metodo per non perdersi tra aromi e sentori e per riuscire a fare un ritratto per ogni vino, cercando di riconoscere i più equilibrati e armonici rispetto ai più disarmonici. Per ogni vino Alessandro assegna un punteggio a 10 qualità: struttura, morbidezza, tannino, acidità, bevibilità, equilibrio, profumi, gusto, longevità. Un ottimo metodo da provare a mettere in pratica.

Al termine della degustazione sono stati serviti tre piatti elaborati dai Ristoranti All’Enoteca di Canale di Davide Palluda e il Centro di Priocca della famiglia Cordero.

Abbiamo assaggiato:

  • Gelatina di finocchio e crema di formaggio, Crocchette di asparagi e curry, Tacos di porchetta con maionese
  • Manza di Vitello con purè e suo ristretto con cicoria amara e polvere di acciuga – la carne è stata cotta a bassa temperatura per 8 ore, ed era infatti morbidissima con il grasso che si scioglieva in bocca
  • Gelato al fiordilatte con composta di fragole e biscotto di riso.

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate Spaiate

Tutti i piatti erano ottimi e i due ristoranti sono quindi finiti nella lista di quelli da andare a visitare al più presto.

Roero days 2016_Posate Spaiate

Roero days 2016_Posate Spaiate


Note e suggerimenti

Il Roero è in Piemonte, nella provincia di Cuneo. Il Roero è quella porzione di territorio situata a Nord di Alba, sulla riva sinistra del Tanaro, tra la pianura di Carmagnola e le basse colline dell’Astigiano.

I paesaggi vitivinicoli del Roero, insieme a quelli di Langhe e Monferrato, nel giugno 2014 sono stati dichiarati Patrimonio Mondiale UNESCO poiché «sono una eccezionale testimonianza vivente della tradizione storica della coltivazione della vite, dei processi di vinificazione, di un contesto sociale, rurale e di un tessuto economico basati sulla cultura del vino».

Il Consorzio Tutela Roero si occupa della tutela della DOCG Roero e della promozione del territorio e dei suoi due vini, Roero e del Roero Arneis. La DOCG Roero comprende per intero il territorio amministrativo dei comuni di Canale, Corneliano d’Alba, Piobesi d’Alba e Vezza d’Alba, e in parte di quelli di Baldissero d’Alba, Castagnito, Castellinaldo, Govone, Guarene, Magliano Alfieri, Montà, Montaldo Roero, Monteu Roero, Monticello d’Alba, Pocapaglia, Priocca, S. Vittoria d’Alba, S. Stefano Roero, Sommariva Perno.

Le cantine dei vini della degustazione alla cieca:

  • Cornarea, Roero Arneis 2013
  • Malvirà, Roero Arneis Trinità 2013
  • Pace, Roero Arneis 2013
  • Colli Tortonesi Timorasso Il Montino 2013, La Colombera
  • Erbaluce di Caluso La Rustia 2013, Orsolani
  • Gavi del comune di Gavi Vigna della Rovere Verde Riserva 2013, La Mesma
  • Langhe Nascetta Anas-Cetta 2013, Cogno

Ringrazio chi si è fatto fotografare per aiutarmi a raccontare quello che ho vissuto ai Roero Days. Alcuni scatti sono stati “rubati”: scrivetemi in caso riscontriate criticità sul fatto che la vostra foto sia stata pubblicata, provvederò a toglierla il prima possibile.  

Rispondi